• capitaleumanoitaliano

LA SCIENZA DI OGGI E’ LA TECNOLOGIA DI DOMANI (di Giuseppe Bungaro)

Aggiornato il: apr 21

Negli ultimi anni la figura professionale del medico ha mosso i suoi orizzonti verso nuove frontiere della tecnologia.

Quest’avanzamento ha consentito lo sviluppo di nuove tecnologie mirate al miglioramento dello stile di vita sociale.

Negli anni si sono susseguiti importanti traguardi che vedono come protagonisti la realizzazione di importanti progetti ingegneristici incentrati nel campo medico-sanitario. Robot chirurgici e tecniche diagnostiche tecnologiche hanno permesso un miglioramento delle metodiche di indagine e trattamento di molteplici patologie. La medicina moderna, ormai enormemente proiettata nel futuro, ha intenzione di unificare due discipline che un tempo sembravano essere completamente estranee l’una dall’altra: medicina e ingegneria.


Si parla infatti della nascita di una nuova figura professionale: quella del medico-ingegnere. La tecnologia ricopre un importantissimo ruolo nelle corsie ospedaliere, che ha come obiettivo principale quello di migliorare il trattamento del paziente, elaborando, altresì, terapie personalizzate. Il mio pensiero, basato su una visione altamente scientifica e rigorosa, offre il pieno consenso a questa nuova branca “medico-ingegneristica”, il cui ruolo sarà di fondamentale importanza in un futuro non molto lontano. La figura del medico deve subire un processo di “regeneration”, adattandosi prontamente alle innovazioni tecnologiche promosse da enti e/o persone con capacità ingegneristiche particolari.


Sono dell’opinione che un medico, per essere definito “grande”, deve saper adattarsi a qualsiasi cambiamento positivo che gli si viene sottoposto, avendo sempre salde in mente le finalità curative di molteplici patologie. Oltre a un processo di adattamento, questa figura professionale di estrema rilevanza sociale deve poter creare un ambiente lavorativo congruo all’utilizzo delle suddette tecnologie innovative, promuovendo corsi di aggiornamento continui e simulazioni riguardanti l’utilizzo delle stesse.

Sono estremamente convinto che tutto ciò avverrà e che gli scienziati del futuro sapranno portare avanti questo progetto altamente innovativo.


Fiducioso nello sviluppo di queste tecnologie, mi rivolgo ai giovani che dovranno portare avanti questo progetto e continuare un lavoro lasciato in eredità dagli scienziati che li precederanno. Bisogna sempre tenere in mente quello che è lo scopo principale della ricerca, ovvero il benessere della persona inteso come salute e miglioramento della qualità di vita.

Portiamo avanti il nome dell’Italia e facciamo vedere al mondo quali sono le nostre capacità in questo settore di rilevanza internazionale.


Concludo citando Edward Teller che disse “la scienza di oggi è la tecnologia di domani”; cari Ragazzi e care Ragazze, questo è ciò che ci aspetta, dobbiamo esserne consapevoli ogni giorno.


Giuseppe Bungaro, Alfiere della Repubblica Italiana

del Team di Capitale Umano Italiano


#scienza #GiuseppeBungaro #giovani #medicina #capitaleumanoitaliano

1 visualizzazione